Giorno 1 - in attesa di Dracula - Massimo Pastore
21708
single,single-post,postid-21708,single-format-standard,ajax_leftright,page_not_loaded,,select-theme-ver-2.1,vertical_menu_enabled, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,wpb-js-composer js-comp-ver-4.4.4,vc_responsive
Giorno 1

Giorno 1 – in attesa di Dracula

Qui a Targu Mures nel cuore della Transilvania mi sono reso conto, nonostante le atmosfere possano evocarne la presenza, che Dracula non esiste, o forse non esiste più! ! Addio sogno di eternità. Ma forse è ancora presto per dirlo, continuerò a lasciare la porta aperta che da sul tetro giardino sul quale si affaccia la spoglia stanza che mi ospita! 

Questa ridente città dai tetti spioventi e colorati (quelli degli edifici pubblici chiaramente) è vestita da una strana e a me incomprensibile malinconia, malgrado le abbondanti e scintillanti decorazioni tipiche di questo periodo dell’anno la gioia è lontana. Ho la sensazione che non vi siano i luoghi destinati alla sosta degli umani, ho cercato a lungo la scorsa mattina un caffè dove potermi sedere (in realtà cercavo un posto caldo con la connessione Wi-Fi), ma sono stato costretto a rifugiarmi in un Macdonald’s.
Come ci si allontana dal centro è un continuo alternarsi di cliniche dentarie, oftalmiche, radiologiche, gastroenterologiche, per la cura di disturbi vascolari e cardiaci, ai centri di cure varie si alternano un numero impressionante di banche: Banca Comerciala Feroviara, Millenium Bank, Alpha Bank, Banca Romaneasca, Cec Bank, BRD, Romexterra Bank, Banca Cooperatista Muresul, Piraeus Bank, Libra Bank, Credit Europe Bank, Ing Direct (in numero spropositato), Unicredit. Solo per citarne alcune. Queste sono le prime impressioni di un viaggiatore che attende speranzoso l’incontro con il Conte, chissà! Forse domani sarà diverso.

Giorno 2 - in attesa di Dracula
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.